La percezione di Dio nel riconoscimento della realtà

Una fondata fiducia in me,nel mondo, nel bene,rispettivamente a Dio, a Cristo e alla chiesa
 
 
Edizioni Accademiche Italiane (Verlag)
  • erschienen am 28. Februar 2020
 
  • Buch
  • |
  • Softcover
  • |
  • 124 Seiten
978-620-0-55402-4 (ISBN)
 
Il visibile rimane sempre bloccato nell'invisibile. La fiducia critica è il fondamento della percezione spirituale dell'uomo. Con la mente, la coscienza dell'ego può separare gli oggetti e con la logica può riconoscere le reciproche relazioni funzionali come giuste o sbagliate. Lo scienziato lavora di ipotesi in ipotesi, ma il ricercatore deve sempre credere nel "giusto" e nel "bene". Il pensiero giusto e la buona azione rimangono sempre radicati nella fede e nella fiducia. Oggi, le persone hanno sostituito questo originale riferimento soggettivo, esistenziale e personale alla realtà con una conoscenza apparentemente certa di se stessi e del mondo. Pensano di avere la realtà completamente sotto controllo con la loro conoscenza. Questo libro è stato tradotto con Intelligenza Artificiale.
  • Höhe: 220 mm
  • |
  • Breite: 150 mm
  • |
  • Dicke: 7 mm
  • 203 gr
978-620-0-55402-4 (9786200554024)
Nato l'11.4. 1940 a Dietikon. Maturazione a Svitto 1960. Studi a Coira, Gerusalemme, Roma. Licenza presso il Biblico, dottorato San Anselmo, Roma. Teologo laico nella parrocchia di Zurigo-Oerlikon, segretario dei corsi di teologia (TKL), insegnante presso la Scuola cantonale di religione e storia di Zugo.

Sofort lieferbar

54,90 €
inkl. 7% MwSt.
in den Warenkorb